Esistono anche dei muscoli “respiratori”? Ma io pensavo che per respirare centrassero solo i polmoni!

I polmoni sono un organo fondamentale dell’apparato respiratorio dove avvengono gli scambi gassosi necessari alla sopravvivenza. Prendiamo ossigeno e rilasciamo anidride carbonica (il prodotto di scarto).

Per funzionare bene dal punto di vista meccanico è necessario che abbiano “spazio” per espandersi.

La cassa toracica, formata dalle coste, è lo “spazio” che si dovrebbe muovere in sincronia con il movimento dei polmoni.

I muscoli respiratori sono definiti tali perchè aiutano l’azione di espansione la cassa toracica.

Quali sono i muscoli respiratori e perchè sono importanti rispetto ai dolori dorsali e cervicali

I principali muscoli respiratori sono gli m. intercostali (A) e il diaframma (B) che, con la loro azione contrattile, permettono ai polmoni l’espansione laterale (i primi) e longitudinale (i secondi).

A differenza degli arti inferiori che sono vincolati al corpo attraverso il bacino, gli arti superiori sono “appesi” al tronco e alla cassa toracica tramite l’articolazione sterno-clavicolare e scapolo-omerale che, a loro volta, sono sostenute quasi interamente da muscoli (l’unico punto di ancoraggio osseo alla cassa è l’articolazione sterno-clavicolare nel punto prossimale).

Per il resto sono determinati muscoli che sostengono le spalle e le braccia. Questi muscoli (romboidi, pettorali, trapezi,…) si originano dalla cassa toracica.

La conseguenza di una staticità dei muscoli respiratori e quindi della cassa toracica spesso è causa di dolori dorsali e origine di problematiche alle spalle e al dorso.

Stesso discorso vale per tutti i muscoli cervicali perchè, in parte inserzionandosi direttamente sulla cassa toracica (scaleni,…) e in parte indirettamente attraverso le ossa del cingolo scapolare (elevatore della scapola,…) , subiscono molto l’interferenza del movimento respiratorio.

In conclusione, l’importanza di effettuare un buon movimento respiratorio giova non solo per aumentare la capacità del volume respiratorio ma anche e soprattutto a mantenere il giusto tono a tutti i muscoli toraco-cervicali.

Spesso i dolori percepiti si possono risolvere attraverso tecniche ed esercizi respiratori, evitando a volte inutili e dannosi medicinali.

PER  INFORMAZIONI
COMPILA QUESTO MODULO


    Ho letto

    l’informativa Privacy
    e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

    Leggi qui la Privacy Policy