Le carenze nutrizionali sono oggi giorno un argomento molto importante perchè un’elevata percentuale della popolazione, che dispone di facile accesso al cibo, dimostra insufficienti dosi di apporto vitaminico e di minerali.

mangiare attentamente - ego valeo chieri

Anche i consumatori più attenti hanno difficoltà nel raggiungere i dosaggi raccomandati. I nutrizionisti della Harvard School of Public Health hanno creato una versione on-line di una piramide alimentare, con l’annotazione che raccomanda un “multivitaminico quotidiano più un supplemento di vitamina D (per la maggior parte delle persone)”.

Il paradigma attuale della sanità (o meglio, della “cura della malattia”), incentiva i medici a trattare i sintomi delle patologie, piuttosto che a prevenire innanzitutto le malattie. I consumatori sono portati a pensare che esista una “pillola magica” per risolvere i disturbi di qualsiasi tipo. Questo paradigma non può continuare, perché è inefficace, inefficiente e troppo costoso.

pozione magica - ego valeo chieri

Sta emergendo un nuovo paradigma della sanità: l’assistenza sanitaria integrativa, il cui scopo è innanzitutto prevenire le malattie e, in caso di necessità di trattare una patologia, iniziare il trattamento, affrontando la(e) causa(e) o l’origine della malattia, anziché i suoi sintomi.

A questo punto, stiamo scoprendo una rivalutazione dell’alimentazione, ossia ciò che introduciamo regolarmente nel nostro corpo (o che non riusciamo a introdurre nel nostro corpo) può avere effetti duraturi sulla salute e sul benessere.

Qui sta il vantaggio degli integratori alimentari: la promessa della promozione della salute e della prevenzione delle malattie. Tuttavia, questa promessa è anche il suo limite maggiore. La “prova” necessaria a dimostrare la promessa di buona salute è difficile e costosa da realizzare; “dimostrare” che qualcosa non accada (cioè, dimostrarne gli effetti preventivi) è scientificamente uno sforzo di gran lunga più difficile rispetto alla dimostrazione del miglioramento di uno stato negativo (vale a dire, il trattamento).

cassetta degli attrezzi - ego valeo chieri

Come gli strumenti di una cassetta degli attrezzi di grandi dimensioni, gli integratori sono solo uno degli elementi di un approccio globale per il mantenimento della salute e la prevenzione della malattia.

vitamine e minerali - ego valeo chieri
energia - ego valeo chieri
osteoporosi - ego valeo chieri
collagene - ego valeo chieri
vitamina c - ego valeo chieri
vitamina a - ego valeo chieri
crescere - ego valeo chieri

VITAMINE B: LA CENTRALE ENERGETICA

Molte vitamine del gruppo B sono coinvolte nella produzione di energia, ogni secondo di ogni giorno. Sono coenzimi che consentono al corpo di convertire carboidrati, grassi e proteine ​​in energia utilizzabile per far funzionare il sistema, analogamente ad una centrale elettrica, che trasforma il combustibile in elettricità utilizzabile per far funzionare gli elettrodomestici. I sistemi metabolici, come il ciclo di Krebs e la catena di trasporto degli elettroni, formano la base della centrale energetica del corpo, che esiste in ogni cellula e dipende da diverse vitamine B.

Le persone con un’inadeguata assunzione di queste vitamine B hanno poca energia e ciò è evidente non solo nella minore capacità di lavoro, ma anche negli effetti sulla funzione cognitiva e “nervosa”.

Molte vitamine del gruppo B sono coinvolte nella sintesi degli elementi di base del corpo.

CALCIO E VITAMINA D PER MOLTE FUNZIONI, NON SOLO PER LE OSSA

Il calcio e la vitamina D sono entrambi necessari in quantità adeguate per facilitare l’assorbimento del calcio contenuto negli alimenti e per mantenere i livelli di calcio essenziali per molte funzioni metaboliche. Il calcio è ovviamente una componente fondamentale delle ossa.

Il calcio è anche un elemento fondamentale dei liquidi extracellulari ed intracellulari e il corpo attribuisce una maggiore priorità al mantenimento di uno stato costante di calcio nei liquidi extracellulari ed intracellulari, rispetto al mantenimento del calcio nelle ossa.

VITAMINA C PER IL COLLAGENE: TENERE TUTTO UNITO

Le ossa, ovviamente, non sono impilate una sull’altra in un equilibrio precario, ma sono saldamente legate tra di loro e i rispettivi muscoli sono altrettanto saldamente attaccati, mediante il tessuto connettivo, tendini e legamenti fatti di collagene.

Il tessuto connettivo è inoltre importante per l’integrità dei vasi sanguigni. Una carenza di vitamina C provoca quindi l’indebolimento dei vasi sanguigni e la rottura dei capillari e ciò comporta sintomi, quali lievi sanguinamenti intorno ai follicoli piliferi, gengive sanguinanti e comparsa di lividi. (Smolin & Grosvenor, 2010)

Il corpo mantiene rigorosamente un livello costante di calcio in circolazione per svolgere tali funzioni, anche se questo significa ridurre il calcio nelle ossa.

LA PROTEZIONE ANTIOSSIDANTE

Nel corso del normale metabolismo, le cellule e i tessuti sono esposti a ossidazione, che può essere utile o può causare danni. L’ossidazione si verifica quando un elettrone si perde e una molecola ossidata può essere ridotta se un altro composto vicino dona un elettrone. Una sostanza con un elettrone spaiato è un “radicale libero”. Numerosi antiossidanti sono presenti nel sangue e nelle cellule e membrane e possono donare un elettrone quando è necessario. Essi sono poi rapidamente rigenerati da altri antiossidanti. Il sistema di difesa antiossidante include la vitamina C, la vitamina E e alcuni enzimi contenenti oligoelementi, come il selenio e lo zinco.

VITAMINA A PER LA VISTA E ALTRE FUNZIONI

La vitamina A è essenziale per la normale visione, l’espressione genica, la riproduzione, lo sviluppo del feto, la crescita e la funzione immunitaria. Uno dei primi segni di carenza di vitamina A è la cecità notturna (lento adattamento al buio).

ZINCO PER LA CRESCITA E LA FUNZIONE IMMUNITARIA

Lo zinco è l’oligoelemento più abbondante delle cellule, dove è parte integrante del funzionamento di oltre 300 enzimi. (Smolin & Grosvenor, 2010). È essenziale per la crescita e lo sviluppo. La compromissione della crescita nei bambini piccoli è spesso legata a un’insufficienza di zinco e alcuni studi hanno dimostrato che un modesto livello di integrazione di zinco può contribuire a correggerla.

Conclusione

Le vitamine e i minerali essenziali sono costantemente utilizzati dal corpo per produrre energia e mantenere il sistema in funzione, per sintetizzare e conservare sangue e cute e muscoli e ossa, producendo DNA e proteine ​​ed enzimi per sostenere la crescita e la riproduzione cellulare e supportando le capacità fisiche e cognitive, che rendono la vita possibile e piacevole.

Senza quantità adeguate di tutti questi elementi nutritivi, l’energia, la produttività e la funzione mentale diminuiscono. Alcune sostanze nutritive possono anche proteggere dallo sviluppo di malattie croniche, ma ciò sarebbe un valore aggiunto e non è il motivo per cui sono considerate essenziali.

Fonti

http://www.crnusa.org/benefits/
http://www.prnewswire.com/news-releases/happy-100th-anniversary-to-the-vitamin-162890206.html

PER  INFORMAZIONI
COMPILA QUESTO MODULO




Ho letto

l’informativa Privacy
e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

Leggi qui la Privacy Policy